mercoledì, novembre 23, 2011

Nuovo reperto di Esperanto

Avevo scelto questo ritratto a matita di Isidore Bemporad come immagine per un invito di una mia mostra personale. Poi non mi ricordo più perché l'invito è diventato un altro. Se mai farò una nuova edizione  di Esperanto (edito in Italia da Black Velvet) mi piacerebbe mettere in copertina quest'immagine, semplice e sobria, assolutamente inattuale. Tuttavia, nel mentre che aspetto, l'immagine torna qui con qualche leggero ritocco. E magari mi viene pure voglia di scrivere il prequel del romanzo. In realtà il soggetto c'è però...

Otto Gabos
Isidore Bemporad ti guarda
matita su cartoncino leggero, fx
cm. 20 X30, anno 2011



1 commento:

ras ha detto...

Inorridirai (puoi farlo), ma per me Esperanto sarebbe stato un ottimo scenario per una serie, diciamo un bonellide da 12 numeri.
"Sarebbe stato"? Lo è tuttora.
Forse perché in questi mesi sono tornato ai fumetti da edicola, mi sembra siano un canale importante di diffusione e, per così dire, proselitismo fumettistico. Bisogna trovare lettori nuovi: potrebbe esserel l'edicola il posto adatto, la terra di missione?