giovedì, aprile 05, 2007

Clock DVA Advantage

Quando mi avvicino dopo parecchio tempo a un disco che nel passato ha rappresentato tantissimo lprocedo con molta cautela. ho paura della delusione, di un brusco ridimensionamento dovuto allo scorrere degli anni su di me, sulle cose. ascoltare qualcosa inserito in un reciso contesto storico fa un po' l'effetto museale. così l'altro giorni ho ascoltato dopo diversi anni Advantage dei Clock DVA. un disco del 1983. un disco che declina musicalmente il concetto di noir. quand'era uscito il noir non era ancora così diffuso, non era diventato il grimaldello narrativo per parlare della contemporaneità. suoni cupi, ruvidi con un piano malato, un drumming incessante e strasichi vagamente jazz. Titoli struggenti. Tortured heroin, Poem, Brief Encounter. molte suggesioni.
anni dopo incontrai Adi Newton per intervistarlo. I clock Dva avevano preso da parecchio tempo la svolta elettronica. ero emozianto e Newton mi sembrava una specie di De Niro con i capelli rossi. Fumava molto. A distanza di anni Advantage è stata una bella sorpresa- a parte le emozioni ritrovate c ene sono state anche delle nuove. un po' come quei libri che ti seguono per tutta la vita offrendoti altre chiavi di approccio sempre inedite ed entusiasmanti.

Domanda. esistono per voi libri o dischi che vi accompagnao da anni raccontandovi sempre qualcosa di nuovo?

5 commenti:

smoky man ha detto...

clock dva grandi (mi ricordo un loro disco forse che si intitolava "soundtrack" o forse era inteso come la colonna sonora di un ipotetico film???).

saluti kasteddai

ottogabos ha detto...

caro smoky. l'album che hai evocato si intitola Digital Soundtrack ed è la raccolta di colonne sonore reali per film di fantascienza immaginari. fa parte del terzo periodo dei Clock DVA, quello elettronico precursore delle tematiche AI e cyberpunk. Uscita 1993.
Fine della lezione tratta dal Gabos Bignami.
piuttosto rilancio il sondaggio.
Quali sono i libri, dischi o film che a distanza di tempo vi danno sempre qualcosa di nuovo?
una specie di playlist della meraviglia.

sergio ponchione ha detto...

La mia playlist è troppo lunga, ma Advantage ne fa sicuramente parte. Tante cose poi a distanza di tempo danno le STESSE emozioni di una volta, il che cmq è sempre un bel risultato...

Perissi ha detto...

Non prenderla per piaggeria, ma "Apartments" è una di quelle cose che mi accompagna... sempre.

Mirra ha detto...

Good post.